Associazioni e fondazioni

La prima associazione nocerina ad aderire al progetto Hetor è stata L’Osservatorio Politiche Giovanili (OPG) di Nocera Inferiore che ha lavorato al dataset Stradario ragionato. Si tratta di un elenco contenente i nomi dei personaggi a cui sono intitolate le strade cittadine arricchito da biografie, immagini, delibere di intitolazione e tante altre informazioni.

Con l’iniziativa “Open Data Challenge, Caccia ai tesori di Nocera” promossa da Hetor in collaborazione con il comune di Nocera Inferiore sono stati coinvolti altri gruppi come le associazioni Ridiamo vita al Castello (RVAC) e Neos Nuk e la Fondazione CerPS (Centro ricerche sulla Psichiatria e le Scienze umane). Quest'ultima, custode dell'archivio dell'ex opsedale psichiatrico "Vittorio Emanuelel II" di Nocera Inferiore,  ha attivato un protocollo d'intesa con il Dipartimento di Informatica dell'Università degli Studi di Salerno.